Intervistare i tuoi utenti: perché devi farlo subito e a cosa serve.

In questo post imparerai cosa sono le interviste agli utenti e perché è fondamentale farlo subito, ancora prima che il prodotto sia pronto.

Questo è il primo di una serie di post che ti aiuteranno a comprendere l’importanza delle interviste e in generale ti introdurranno al customer development.

Qui di seguito trovi l’indice dei post. Se è la prima volta che senti parlare di interviste o se ti senti di non averle ancora comprese al meglio ti consiglio di iniziare dal primo e poi di proseguire, altrimenti salta pure al contenuto che ti interessa maggiormente.

  1. Perchè devi intervistare subito i tuoi utenti e a cosa serve
  2. I tuoi utenti non sanno quello che vogliono
  3. Cosa devi imparare quando intervisti i tuoi utenti

A cosa servono le interviste?

Le interviste ti servono a ridurre due dei maggiori rischi di insuccesso di un prodotto:

  1. Non riesci a risolvere il problema che il cliente ha perchè il tuo cliente non ha quel problema o perchè stai provando a risolvere il problema del cliente sbagliato.
  2. Non riesci a rendere la tua soluzione abbastanza attrattiva per il cliente affinché venga scelta: risolvi il giusto problema del giusto cliente ma la soluzione non va bene per vari motivi.

Pensa se avessi a disposizione uno strumento che ti consenta di individuare i maggiori rischi di insuccesso, per poterli risolvere anticipatamente prima che tu abbia già investito troppo o che sia impossibile farlo (perchè hai finito le risorse). Non sarebbe una figata?

[Nota: uso allo stesso modo utente, prospect, cliente e potenziale cliente in sostituzione della parola customer]

Nella fase iniziale di un prodotto, che è quella di cui parliamo in questo post, le interviste sono il modo più rapido e meno costoso, in assoluto, per capire se le tue ipotesi sul target e sul problema che risolveresti sono solo nella tua testa o fanno parte del mondo reale.

Esci fuori e parla con i tuoi utenti!

Steve Blank coniò il termine “Get Out of The Building” proprio per spronare chi impiegava giorni, mesi, anni a ragionare e magari sviluppare il proprio prodotto senza mai essersi preoccupato che a qualcuno servisse per davvero la soluzione che stava costruendo.

Da un punto di vista emotivo per un founder, infatti, è molto complicato accettare il fatto che la propria idea possa non essere esattamente il trionfo che si aspettava. Ma ricordati: prima riusciamo ad avere una validazione nel mondo reale da parte di persone vere (che non siano amici e parenti:)) Meno sprecheremo e più aumenteranno le probabilità di successo.

Ogni prodotto che viene sviluppato si basa su delle ipotesi che riguardano un customer segment e uno o più problemi che si pensa di risolvere con la propria soluzione.

Invece di aspettare mesi, investire nello sviluppo a fronte di un risultato incerto, non appena hai chiarito le tue ipotesi di base puoi immediatamente andare a parlare con i tuoi potenziali clienti per vedere se quel problema ce l’hanno per davvero e successivamente se sono disposti a pagare per avere la soluzione.

Il fatto che sia un metodo rapido non vuol dire che sia semplice. Parlare con gli utenti non significa chiedergli se gli piace la tua idea o vendergli la tua soluzione.

Questa serie di tecniche di approccio al customer negli anni hanno preso il nome di “customer development”. Le interviste sono uno degli strumenti principali. Chiarita l’importanza decisiva delle interviste adesso vediamo i principali elementi da tenere in considerazione quando parli con i tuoi utenti e cosa devi imparare quando fai un intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *